Museo Archeologico Nazional...

Tour virtuale

Galleria fotografica

Virtual tour

Clicca e trascina il mouse oppure usa le frecce della tastiera per guardarti intorno



Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

Visitare

Dal Paleolitico all'età Medievale

  • Guarda i virtual tour
  • Guarda le fotografie
Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

Il Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola” è stato istituito nel 1911 per accogliere la collezione di reperti donata allo Stato dal senatore Domenico Ridola, medico e archeologo materano. Primo museo in Basilicata è stato uno dei pochi in Italia a essere istituito con una legge approvata dal Parlamento nazionale che in questo modo volle riconoscere l'importanza del lavoro e delle scoperte dello studioso materano.
Nell'ottobre del 1911 il Comune di Matera deliberò la cessione perpetua e gratuita allo Stato dell'ex convento annesso alla Chiesa di Santa Chiara affinché i reperti archeologici avessero una sistemazione adeguata: in questi ambienti fu allestito il Regio Museo Nazionale “Domenico Ridola”. Il complesso museale è situato nella via intitolata al senatore stesso, in quella che costituisce parte dell'area settecentesca della città di Matera, qui sorse il primo complesso di edifici realizzato sul Piano.

Nel corso della sua lunga presenza sul territorio materano, l'istituzione museale ha promosso molte campagne di ricerca e di indagine archeologica nell'area che hanno contributo alla conoscenza dei processi di insediamento umano nel territorio materano e lucano.
L'allestimento propone un percorso di conoscenza e di approfondimento delle epoche preistoriche attraverso una selezione dei materiali acquisiti durante le campagne di scavo.
Parte dei reperti risale all’età Paleolitica, Neolitica – a Domenico Ridola si deve anche la scoperta dei villaggi trincerati dell’altopiano murgico – e alle età del Ferro e del Bronzo. Sono esposti, inoltre, i ricchi corredi tombali e i materiali dei santuari e degli antichi centri abitati posti sulle colline che si trovano nelle immediate vicinanze di Matera (Timmari e Montescaglioso).

Il percorso espositivo è arricchito da due spazi, allestiti facendo riferimento all'archeologia sperimentale, che riproducono due ambienti preistorici e le rispettive modalità insediative: uno raffigura una cavità carsica; l'altro una capanna neolitica.
Il Museo vanta, inoltre, una importante collezione di preziosi vasi di produzione proto-lucana e apula a figure rosse, che, con altri reperti, costituisce una sezione dedicata alla produzione vascolare magno-greca tra il V e il IV sec. a. C..
Infine una sala è dedicata al fondatore, Domenico Ridola, in cui attraverso una selezione di documenti, viene raccontata la vita e l'opera di un uomo che ha dato un contributo importante alla storia di Matera e della Basilicata.

 
  • Made in Matera
  • VisitMatera è un prodotto
    disegnato e realizzato da
  • y srl
  • via bari 56
  • 75100 Matera, italia
  • +39 0835 1851042
  • info@hypsilon.com
  • hYpsilon.com